erasmus: quanti studenti e dove? alcuni dati sulla mobilità

Cresce il numero di studenti che si candida per partecipare ai programmi Erasmus nella formula “Erasmus +”, inaugurata nel 2014. Non si tratta solo del classico periodo di studio in una Università europea, durante il quale si sostengono alcuni esami o si prepara la tesi finale, detto Erasmus for studies, ma anche di  tirocinio in enti pubblici o aziende private, Erasmus for traineeship, che sta conquistando l’interesse di sempre più studenti. All’Università di Siena, per l’anno accademico 2015/2016 sono partiti 107 studenti per svolgere un tirocinio all’estero. Decisamente in crescita questo numero negli ultimi mesi: dallo scorso luglio ad oggi sono già state assegnate 105 borse di mobilità per tirocinio.

Una formula che funziona, nonostante il candidato debba autonomamente trovare un ente o azienda disposto ad ospitarlo. Forse per questo gli studenti che hanno già svolto l’Erasmus for traineeship sono stati ospitati per la maggior parte da enti pubblici, forse più disposti, informati o già “abituati” agli scambi internazionali, come università, enti di ricerca o istituzioni culturali, musei o fondazioni.

Crescono anche le candidature per l’Erasmus for studies, con 550 studenti candidati per l’anno accademico in corso, contro i 463 dell’anno precedente. Il bando per l’anno accademico 2017 /2018 è stato appena pubblicato, e scadrà il 23 febbraio (informazioni su http://www.unisi.it/internazionale/studio-e-stage-allestero/studio-e-ricerca-allestero/erasmus-studies )

Nell’ambito delle priorità strategiche di internazionalizzazione, l’Ateneo sta promuovendo la partecipazione degli studenti al programma Erasmus con campagne di sensibilizzazione e incontri informativi (il prossimo il 23 gennaio nella sede di Arezzo).

Gli studenti più “attivi” sul fronte Erasmus sono tradizionalmente quelli dei corsi in Economia, seguiti da quelli che frequentano l’area delle Lettere e delle Scienze sperimentali. I più “restii” sono quelli di Medicina e di Giurisprudenza, anche per una oggettiva difficoltà a conciliare il percorso di studi con la mobilità internazionale.

Ma dove vanno gli studenti Erasmus? Attualmente l’Università di Siena ha 658 accordi di mobilità, con 326 diverse  università, e con 29 Paesi. Il Paese con il quale l’Ateneo ha firmato più accordi è la Spagna (183 accordi), e questa è anche la meta preferita dagli studenti. Per numero di accordi di mobilità, seguono la Francia (100 accordi) e la Germania (94).

 

S. P.

16 gennaio 2017