Una Carta per le fortezze militari. Esperti da tutto il mondo riuniti per la redazione finale

C’è un patrimonio storico, culturale architettonico di inestimabile valore, distribuito in tutto il mondo: è quello delle fortezze militari. Molte sono cadute in disuso, molte continuano ad avere la loro funzione difensiva, per altre sono intervenuti altri utilizzi. Per stabilire le linee guida per la protezione, la conservazione, l’interpretazione e la valorizzazione delle fortificazioni e del patrimonio militare internazionale, gli esperti di ICOFORT (International Scientific Committee on Fortifications and Military Heritage), provenienti da tutto il mondo, sono riuniti fino a domani all’Università di Siena, presso il Refugio. L’occasione sono i lavori conclusivi della redazione finale del documento.
Il comitato ICOFORT è nato nel 2005 dall’Ong ICOMOS – International Council on Monuments and Sites.
La versione senese del documento sarà presentata e approvata definitivamente all’assemblea generale di ICOMOS-UNESCO, prevista per il 14 dicembre 2017 a Nuova Delhi, occasione in cui potrebbe prendere proprio il nome di Carta di Siena.
A conclusione del seminario, sabato 10 giugno, dalle ore 17alle ore 19.30, nella Sala delle Lupe del Palazzo Pubblico di Siena, si terrà l’incontro dibattito La Carta delle Fortezze di ICOFORT, aperto a tutta la cittadinanza.
Gli eventi sono promossi e realizzato dall’Ordine degli Architetti di Siena e dall’ICOFORT / ICOMOS in collaborazione con l’Università di Siena e il Comune di Siena.

ag

9 giugno 2017