l’archeologo riccardo francovich e il suo lascito culturale, mostra a rocca san silvestro

E’ in corso presso la Rocca San Silvestro, nel Parco archeominerario in Val di Cornia, la mostra dedicata all’archeologo, grande promotore del parco archeominerario, Riccardo Francovich.

Realizzata dall’Università di Siena e finanziata nell’ambito del progetto europeo erc-advanced “nEu-Med” ( http://www.neu-med.unisi.it/it/ ) la mostra è stata curata dai docenti dell’Ateneo che sono stati allievi di Francovich,  Giovanna Bianchi e Marco Valenti. L’allestimento è dedicato alla testimonianza scientifica e al lascito culturale e umano di  Francovich, uno dei fondatori  dell’Archeologia medievale italiana ed europea, professore all’Università di Siena dalla fondazione della facoltà di Lettere negli anni Settanta e fino alla sua morte, avvenuta in circostanze improvvise e tragiche nel 2007.

L’allestimento è pensato come un racconto, rivolto anche ai non specialisti, di 40 anni di lavoro archeologico, che si è concretizzato anche nel primo scavo estensivo in Italia di un sito fortificato medievale, iniziato negli anni Ottanta, l’apertura del primo parco archeo-minerario negli anni Novanta, l’uso dell’archeologia pubblica per la valorizzazione del territorio. Inoltre, Francovich ha lasciato un metodo di studio incentrato anche sull’archeologia dell’ambiente, del paesaggio, sulla storia sociale delle tecniche. Promotore dell’utilizzo delle archeometrie, e fra i primi ad applicare l’informatica all’indagine archeologica, fondò all’Università di Siena un laboratorio d’avanguardia, il LIAAM (Laboratorio di Informatica Applicata all’Archeologia Medievale), a cui seguì la nascita del Laboratorio di Archeologia dei Paesaggi e Telerilevamento (LAP&T) basato sull’impiego estensivo del remote sensing. Eredità che oggi fa parte del bagaglio della “scuola” archeologica dell’Università di Siena.

La mostra “Riccardo Francovich. Conoscere il passato, costruire la conoscenza”, realizzata nell’ambito degli eventi per il decennale dalla scomparsa dell’archeologo, resterà alla Rocca San Silvestro fino al primo settembre.

Sito web del Parco: http://www.parchivaldicornia.it/it/il-parco-archeominerario-di-san-silvestro.html

 

S. P.

8 agosto 2017