Mega mosaici virtuali con “Human Screen”. una nuova tecnologia pensata per i grandi eventi

Human Screen è la nuova tecnologia che trasforma i cellulari del pubblico di grandi eventi  in tessere elettroniche di un mosaico virtuale. A idearla sono stati i ricercatori del dipartimento di Ingegneria e scienze matematiche dell’Università di Siena, sotto la direzione del prof. Marco Gori. Proprio come in un mosaico, lo smartphone nelle mani di una persona, guidato da un software capace di dare a ogni cellulare la giusta posizione e la giusta colorazione, diviene una porzione dell’immagine finale. In pratica, un pixel di un immenso schermo.

Come funziona la tecnologia Human Screen? Il software, lanciato su un pc che funge da server è in grado di posizionare con la giusta immagine ogni cellulare, che ha il ruolo di client. Ogni smartphone su cui è aperta la app Human Screen nel giro di un secondo viene localizzato e codificato, grazie all’emissione di lampi colorati, generati attraverso la app stessa, che costituiscono il codice unico di ogni apparecchio. Durante questa operazione un’apposita telecamera riprende i codici-colore e immediatamente dopo il software ritrasmette a ciascun cellulare l’immagine assegnata. L’effetto finale sarà tanto più di forte impatto, quanti più smartphone parteciperanno a questo mosaico virtuale.

Spiega il professor Gori: “Human Screen è uno strumento per persone desiderose di comunicare con nuove forme espressive. La musica, gli eventi sportivi, la pubblicità sono alcuni degli ambiti in cui tali esigenze appaiono naturali. Human Screen è una piattaforma che non si limita ad offrire al “leader” uno schermo umano per proiettarvi le sue idee, ma si sta velocemente evolvendo verso l’offerta di dinamici meccanismi di interazione sociale, in modo da coinvolgere i partecipanti all’evento verrà messo alla prova. In questa visione, l’evento supportato da Human Screen è il culmine di un processo sociale attivo in rete, nel quale i rapporti ristabiliscono l’interazione “live” con i conseguenti processi emotivi”.

Tutti sono invitati a partecipare. Dalle 19.30 verranno fatte le prime prove, l’esperimento incomincerà alle 20. Si possono scaricare app sia su smartphone Android che iOS, cercando “Human Screen”.

A.G.

26 settembre 2017