La scienza e la ricerca raccontano la “sensibilità”

Un incontro in Rettorato per parlare di scienza e ricerca con nuovi linguaggi, intorno al tema della “sensibilità”. L’appuntamento di approfondimento nell’ambito della rassegna di spettacoli “Rinnòvati Rinnovati” si tiene giovedì 8 febbraio, dalle 16, nell’aula Magna storica dell’Università di Siena.
L’incontro introduce il concerto dei Deproducers “Botanica”, che si terrà alle ore 21.15 presso il teatro cittadino.
L’approccio al concetto di sensibilità sarà interdisciplinare grazie alla partecipazione di Francesco Frati, rettore dell’Università di Siena e zoologo, Stefano Mancuso, fisiologo vegetale, Domenico Prattichizzo, professore di robotica, Nicola De Stefano, neurologo, Massimo Nepi, biologo vegetale.
Il legame tra questo evento e il concerto serale ai Rinnovati è proprio il professor Stefano Mancuso, uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali e autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche sulla fisiologia e sul comportamento delle piante, che ha partecipato alla realizzazione dei testi di “Botanica”, oltreché essere la voce narrante dello spettacolo.
Spiega il rettore Frati, ideatore di questo incontro: “L’obiettivo è offrire agli studenti e a tutti i cittadini la possibilità di approfondire un tema interessante attraverso il contributo di studiosi di varie discipline, dalla zoologia alla fisiologia vegetale, dalla neurologia alla biologia vegetale, affiancandovi anche la prospettiva tecnologica, individuando nuovi linguaggi per raccontare la scienza”.
L’incontro è aperto a tutti gli interessati. Informazioni per l’acquisto dei biglietti del concerto sul sito del Comune di Siena.