“L’Europa come rifugio?” ciclo di seminari sulla condizione di rifugiato

Parte all’Università di Siena un ciclo di incontri e seminari sulla condizione di rifugiato nell’ambito delle politiche dell’Unione Europea, con lezioni in programma da fine marzo al 15 maggio.

La proposta formativa si rivolge sia alla comunità accademica, sia alle professioni (avvocati, magistrati, assistenti sociali, mediatori culturali, operatori dell’accoglienza, giornalisti) che a vari livelli si confrontano con il fenomeno dei rifugiati, sia ai cittadini in genere.

I diversi seminari offriranno una panoramica sulla condizione dei rifugiati, prendendo in esame sia le diverse dinamiche che si intrecciano nel percorso di asilo (contesti persecutori di origine, paesi di accoglienza, ragioni della fuga, pregiudizi) sia i dispositivi giuridici che disciplinano lo status di rifugiato (fonti internazionali, fonti europee e nazionali, buone e cattive prassi nelle procedure di valutazione delle domande di asilo). L’obiettivo è quello di favorire una riflessione sui rapporti tra la dimensione antropologica della persecuzione e il modello giuridico di garanzia dei diritti dei rifugiati. La dinamica giuridica rappresenta, infatti, sia una cristallizzazione del mondo fluido rappresentato dai fenomeni sociali sia un diritto che si sta formando sull’esperienza della sua applicazione.

Il ciclo nasce dalla collaborazione tra la Cattedra di diritto ecclesiastico e canonico del dipartimento di Giurisprudenza e gli insegnamenti antropologici del dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive, nel quadro dell’iniziativa di supporto all’accoglienza Unisi.cares e con la collaborazione del Centro di informazione Europe Direct di Siena.

Il programma è disponibile online alla pagina http://www.europedirect.unisi.it/2018/03/12/seminari-leuropa-come-rifugio-la-condizione-di-rifugiato-tra-diritto-e-societa-nellambito-delle-politiche-dellue/

 

S. P.

13 marzo 2018