Scuola internazionale per lo studio del dolore cronico: il dolore nelle diverse età della vita

E’ in corso alla Certosa di Pontignano la Scuola europea sul dolore cronico: fondata nel 2002, è stata la prima ed è ancora la principale scuola internazionale dedicata ai giovani ricercatori sui temi del dolore cronico e acuto. Caratterizzata da un approccio interdisciplinare e rivolto alle ultime novità scientifiche, la Scuola è un luogo di confronto e formazione sui temi della ricerca di base e della pratica clinica, con la partecipazione di numerosi esperti e giovani ricercatori.

Quest’anno l’argomento principale è il dolore nelle diverse età della vita, dal neonato all’anziano.
Esperti internazionali sono presenti per trattare questo argomento così importante anche per l’impossibilità del paziente di comunicare il dolore, a causa dell’età o di patologie.
I ricercatori stanno esplorando metodi per misurare il dolore anche in soggetti che non hanno la possibilità di descriverlo con le parole, testando markers di diversa natura ma studiando l’espressione facciale dei pazienti.
Una sessione importante sarà quella dedicata all’etica del trattamento del dolore,  sessione a cui parteciperà, oltre al professor Manfred Zimmermann, anche il dottor Carlo Valerio Bellieni del policlinico universitario di Siena.

La quindicesima edizione della Scuola è come sempre organizzata dalla professoressa Anna Maria Aloisi, del dipartimento di Scienze mediche, chirurgiche e neuroscienze dell’Università di Siena, e sostenuta della IASP (International Association for the Study of Pain).

Centinaia tra i migliori giovani ricercatori in Europa, e sempre più da altre parti del mondo, hanno frequentato la Scuola in questi anni, incontrando figure del mondo medico e scientifico di primo piano, per promuovere la ricerca futura e migliorare le opportunità per la prevenzione e il trattamento del dolore cronico, una patologia diffusissima che colpisce, in forme diverse, circa il 30% della popolazione in Europa.
Tutte le informazioni sulla Scuola e il programma dettagliato sono on line, all’indirizzo www.europeanpainschool.eu.

 

S. P.

13 giugno 2018