Su MPA News gli studi sulle microplastiche del gruppo di ricerca della professoressa Fossi

L’inquinamento marino da plastica è un problema mondiale e un tema di particolare attualità per governi e policy makers, sul quale nell’ultimo periodo si sono accesi con grande rilevanza i riflettori dei media internazionali.

L’allarme degli scienziati per l’altissimo livello di inquinamento da plastica nei mari viene accolto dalle istituzioni e dalle organizzazioni governative con l’obiettivo di giungere a politiche legislative comuni, e attivare concrete azioni di mitigazione del fenomeno.

Recentemente MPA news, servizio di informazione sulla pianificazione e gestione delle aree marine protette (MPA), ha pubblicato un articolo che raccoglie gli studi più recenti sul tema.

Tra questi le attività di ricerca sulle microplastiche e gli effetti sulla fauna marina nel santuario Pelagos del Mediterraneo portate avanti dal gruppo guidato dalla professoressa Maria Cristina Fossi, del dipartimento di Scienze fisiche, della terra e dell’ambiente dell’Università di Siena.

Il gruppo di ricerca della professoressa Fossi ha infatti documentato in tanti anni di lavoro, attraverso campioni di pelle e biopsie di balene, alti livelli di indicatori di ingestione di plastica che espongono i loro tessuti a uno stress ossidativo più elevato. Livelli altrettanto elevati sonono stati misurati in altri pesci e nelle tartarughe marine della regione.

L’articolo su MPA news è disponibile on line: https://mpanews.openchannels.org/news/mpa-news/mpas-and-marine-litter-snapshots-how-sites-are-addressing-problem-worldwide

 

S.L.

28 giugno 2018