Mecenatismo, lettere e arti, progetto Prin coordinato dall’Ateneo

Nel tardo Rinascimento, principi, ecclesiastici, nobili, accademie e privati operarono nei rapporti con letterati e artisti secondo nuove forme di patrocinio e di autopromozione. Il mecenatismo letterario e artistico a Roma, Milano, Torino e Siena – quattro città con caratteristiche e dimensioni diverse – e la letteratura celebrativa delle arti visive sarà l’argomento del progetto di ricerca Prin coordinato dall’Università di Siena, con il docente di Filologia italiana Carlo Caruso.

Il periodo che verrà indagato va dall’inizio del pontificato di Clemente VIII (1592) alla pubblicazione della “Galeria” di Giovan Battista Marino (1619-20), il più celebre libro di poesia in lode delle arti e della letteratura europea.

Il costo totale del progetto, al quale partecipano anche l’Università di Bergamo e l’Università Cattolica di Milano, è di 271mila euro.

 

C.B.

10 aprile 2019