Progetti PRIN, Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale: quasi 4,8 milioni di euro all’Università di Siena

Mauro Barni, delegato alla ricerca: “Aumento del numero dei progetti selezionati e importante aumento del finanziamento per l’Ateneo” 

Il ministero ha concluso la pubblicazione delle graduatorie dei progetti finanziati nell’ambito del PRIN 2017, i Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale.
Sono 8 i progetti selezionati coordinati da docenti dell’Università di Siena, mentre l’Ateneo è presente in 26 unità di ricerca di altri progetti. Quasi 4,8  milioni è il finanziamento per l’Ateneo.
“I risultati sono senz’altro soddisfacenti, sia per il numero di progetti coordinati, sia per l’ammontare del finanziamento complessivo a progetti che vedono coinvolta l’Università di Siena” dice il professor Mauro Barni, delegato del rettore alla Ricerca. “Confrontando i risultati con quelli delle edizioni precedenti, si nota un aumento del numero di progetti coordinati, che erano 7 nel 2015, 3 nel 2012 e 5 nel 2010/11, e un aumento ancora più significativo dei finanziamenti attratti dal nostro Ateneo. Anche tenendo conto dell’aumento del finanziamento totale da parte del ministero, questi risultati posizionano L’Università di Siena in prima linea nel panorama della ricerca italiana, con risultati particolarmente lusinghieri nel settore umanistico e dell’ingengeria.”
I progetti coordinati dall’Università di Siena che saranno finanziati sono 5 nel settore scientifico Social Sciences and Humanities e 3 nell’area Physical Sciences and Engineering.
Ecco l’elenco, iniziando dall’area umanistica: “Has economics finally become an immature science? Mapping economics at an epoch of fragmentation, by combining historical perspectives and new quantitative approaches”, progetto coordinato dal professor Alberto Baccini; “Patronage of Arts and Letters 1590-1620: Rome, Siena, Milan, Turin” coordinato dal professor Carlo Caruso; “Framing and Diagnosing the Constitutional Degradation: a Comparative Perspective”, coordinato dalla professoressa Tania Groppi; “Petrarch’s ITINERA: Italian Trecento Intellectual Network and European Renaissance Advent”, coordinato dalla professoressa Natascia Tonelli; “The economics of vaccination”, coordinato dal professor Paolo Pin.

Per l’area Physical Sciences and Engineering: “PREMIER: PREserving Media trustworthiness in the artificial Intelligence Era”, coordinato dal professor Mauro Barni; “Metasurface Antennas for Space Applications”, coordinato dal professor Stafano Maci, e “TIGHT: Tactile InteGration for Humans and arTificial systems”, del professor Domenico Prattichizzo.

 

 

S. P.

11 aprile 2019

aggiornato il 27 maggio 2019