progetto prin sull’evoluzione delle scienze economiche dagli anni ’50 ad oggi

Come sono cambiate le scienze economiche a partire dagli anni ‘50 del 900? Questo è il quesito che si pone il progetto di ricerca PRIN, appena finanziato dal MIUR, di cui è coordinatore il professor Alberto Baccini, docente ordinario del dipartimento di Economia politica e statistica. Il progetto unisce una prospettiva storiografica a due differenti strumenti quantitativi di ricerca. Il PRIN di durata triennale vede la partnership dell’Università di Torino ed ha ricevuto un contributo da parte del MIUR di 331000 euro (a fronte dei 403000 euro complessivi previsti) di cui188000 andranno all’ateneo senese. Il finanziamento sarà destinato ad assegni per i ricercatori che faranno parte del gruppo di studio, già composto dal professor Baccini e dai colleghi, Lucio Barabesi e Martina Cioni. “L’obiettivo è quello di verificare, con un’analisi a ritroso, lo stato dell’arte in economia – dice il professor Baccini – utilizzando strumenti quantitativi di network analysis per studiare l’evoluzione delle riviste scientifiche nel tempo, con un interesse particolare al ruolo svolto dai guardiani del cancello (getekeepers), cioè i membri dei consigli editoriali delle riviste di economia. Il gruppo di ricerca dell’Università di Torino, coordinato dal professor Mario Cedrini del dipartimento di Economia e statistica “Cognetti de Martiis” studierà le riviste di economia usando strumenti di lettura a distanza (distant reading). Il risultato per entrambi i gruppi sarà la produzione di mappe (science mapping) in grado di rappresentare in forma sintetica  i contenuti e la struttura di controllo accademico delle riviste di economia nel lungo periodo.

 

A. B.

15 maggio 2019