Diagnosticare da adulti la dislessia e altri disturbi dell’apprendimento: uno screening innovativo per gli studenti

Incontri dedicati agli studenti universitari per valutare eventuali difficoltà di apprendimento, di studio o di memorizzazione: l’Università di Siena, in collaborazione con il centro Dedalo – SOS dislessia, mette a disposizione uno spazio denominato “App-rndimento”, dove accogliere chi ha dubbi o incertezze sul proprio rendimento nello studio. Nell’ambito dei servizi agli studenti e dei percorsi di innovazione nella didattica, questa iniziativa, promossa dall’ufficio Accoglienza disabili e servizi DSA, è un’opportunità che l’Ateneo offre ai giovani per colmare eventuali lacune, individuare strumenti di compensazione ed esprimere al meglio le proprie potenzialità nello studio. Per tutto il mese di giugno alcune professioniste del centro Dedalo saranno a disposizione nelle sedi dell’Università, su appuntamento, per effettuare uno screening innovativo che permette di diagnosticare la dislessia, la disortografia e il disturbo di comprensione in adolescenza e in età adulta. Si tratta di Batteria Dislessia Adulti – BDA – nuovo strumento clinico basato su uno studio condotto da Massimo Ciuffo, direttore dell’Istituto di RIcerca sui Disturbi d’Apprendimento e Comportamento IRDAC, al quale ha dato un fondamentale contributo lo staff del Centro Dedalo diretto dalla dottoressa Valentina Campanella, somministrando le prove sperimentali nei licei e istituti della provincia di Siena e Grosseto e raccogliendo i dati ottenuti per la standardizzazione delle prove.

Il calendario degli incontri all’Università di Siena e tutte informazioni sull’iniziativa sono alla pagina web https://www.unisi.it/unisilife/notizie/attivazione-dello-spazio-app-rndimento-ateneo

 

 

S. P.

10 giugno 2019