Pirandello, scoperta una novella sconosciuta alla critica

Spunta una novella di Pirandello pubblicata sul giornale interventista “Idea Nazionale” nel 1917, ma sconosciuta alla critica e mai inserita in nessuna raccolta. Si intitola “Alla salute” e contiene, tra l’altro, un invito a donare soldi alla patria per la guerra. Il ritrovamento si deve a Riccardo Castellana, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università di Siena.

“Il corpus delle novelle di Luigi Pirandello non sembrava destinato ad ampliamenti – spiega Castellana – e quindi si tratta di un fatto di rilievo eccezionale, che arricchisce e complica la conoscenza del più celebre scrittore italiano del Novecento. Eccezionale è anche la natura di aperta propaganda di questo scritto, un tratto non comune a Pirandello, che anzi in diverse occasioni non aveva risparmiato critiche, non tanto alla necessità della partecipazione italiana alla Grande guerra, da lui vista come compimento del processo risorgimentale, quanto alle macroscopiche contraddizioni interne al mondo occidentale che il conflitto andava via via portando alla luce”.

Nella novella, piccoli e grandi risparmiatori si accalcano davanti agli sportelli bancari per incassare le cedole dei vecchi prestiti ma anche per sottoscrivere il nuovo Prestito nazionale, il quarto, grazie al quale l’Italia militarmente del tutto impreparata avrebbe dovuto far fronte alle ingenti spese del terzo anno di guerra. “E a quest’ultimo che si fa riferimento nel finale – spiega il professor Castellana – con implicito invito al lettore a fare altrettanto”.

La novella sarà oggetto di uno studio che Castellana presenterà in un articolo di prossima pubblicazione sul “Giornale storico della letteratura italiana”.

 

12 maggio 2020