Incontri e iniziative sulla Shoah, a siena e arezzo

Seminari e incontri di approfondimento il 27 gennaio, nel Giorno della Memoria, per commemorare le vittime dell’Olocausto  nella data simbolo della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz.

A Siena si terrà un’iniziativa dedicata in particolar modo agli studenti, nell’ambito della mostra “Medicina e Shoah” allestita a Palazzo Patrizi e visitabile fino a domenica 29 gennaio.

Le iniziative sono organizzate da Comune di Siena insieme all’Università di Siena, l’ANPI e l’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età contemporanea.

L’incontro ”Dalle sperimentazioni naziste alla Bioetica”, a Palazzo Patrizi alle 10.30,  servirà a conoscere e approfondire il tema delle sperimentazioni scientifiche su donne e uomini ebrei, e su ciò che questo ha determinato a livello anche personale, attraverso le testimonianze delle vittime.

I lavori, coordinati dalla docente di Storia della Medicina dell’Università di Siena Francesca Vannozzi, vedranno la partecipazione del professor Marcello Buiatti (Università di Firenze) con un intervento su ‘I rapporti umani e la Shoah’, Rita Chiappini, collaboratrice dello Yad Vashem, ente istituito per “documentare e tramandare la storia del popolo ebraico durante la Shoah preservando la memoria di ognuna delle vittime”, di Silvia Marinozzi e Fabio Gaj, docenti all’Università di Roma La Sapienza,  che si soffermeranno sul tema specifico delle inumane sperimentazioni mediche naziste.

Anche il dipartimento di Arezzo dell’Università di Siena organizza un seminario nel Giorno della Memoria,  sull’opera del musicista polacco-sovietico Mieczyslaw Weinberg (1919-1996), vittima della persecuzione nazista ed esule in Unione Sovietica.

Il seminario, tenuto dal professor Giancarlo Baffo, docente di Filosofia morale, si terrà dalle ore 10,30 al campus del Pionta, viale Cittadini.