Maschile/femminile: conversazione con Filippo Timi

La dicotomia tra i generi, il maschile e il femminile saranno i temi della conversazione con l’attore Filippo Timi nell’incontro in programma sabato 4 febbraio al teatro dei Rinnovati.

Alle ore 17.30, nel foyer, Laura Caretti, professore emerito di Storia del teatro, condurrà il dialogo con l’attore protagonista a Siena dello spettacolo “Una casa di bambola” di Ibsen, identificato spesso come il manifesto dei diritti delle donne e del loro ruolo nella società, nel quale Timi interpreta tutti i personaggi maschili.

Il ciclo di incontri Io/L’altro promosso da Fondazione Toscana Spettacolo e dal Comune di Siena in collaborazione con l’Università di Siena vuole essere nelle intenzioni dell’ideatore Daniele Stortoni “un approfondimento interdisciplinare sotto forma di conversazione che affronti la dicotomia rintracciata come filo conduttore della stagione teatrale senese, quella tra io e l’altro, tra spettacoli che riflettono sul singolo e l’individualità e altri incentrati sulla comunità e il sentire collettivo”.

Il ciclo di incontri, coordinato da Laura Caretti, Fabio Mugnaini e Marzia Pieri dell’Ateneo senese, poggia sulla capacità del teatro di essere interdisciplinare e di mettere in sinergia saperi che sembrano solo apparentemente distanti fra loro. Dalla biologia alla storia e alla sociologia, passando per l’antropologia e l’economia, sono tante e diverse le angolazioni e le lenti attraverso le quali saranno analizzati i temi degli spettacoli.

L’incontro di sabato è il secondo del ciclo, che proseguirà insieme alla stagione teatrale.

 

S.L.

03 febbraio 2017