La robotica educativa ai tempi della pandemia nella conferenza internazionale “Edurobotics”

La settima edizione di Edurobotics, la conferenza internazionale sulla robotica educativa, si sarebbe dovuta svolgere a Siena, presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e scienze matematiche. Riconvertita in un evento virtuale, in programma il 25 e 26 febbraio, affronterà anche il tema della robotica inclusiva ai tempi della pandemia e farà il punto sul progetto europeo INBOTS, Inclusive Robotics for a Better Society, di cui l’Università di Siena e Edumotiva di Atene sono partner. 

Edurobotics è promossa da Monica Malvezzi, docente di Ingegneria meccanica del Dipartimento dell’Università di Siena che collabora con il SIRSLab coordinato dal professor Domenico Prattichizzo, insieme a Michele Moro del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Padova e a Dimitris Alimisis di Edumotiva. Edurobotics – spiega la professoressa Malvezzi – ha una storia di precedenti edizioni di successo che testimonia il crescente interesse per la robotica educativa e ha contribuito a costruire una comunità di ricercatori a livello europeo e internazionale”.

Inizialmente chiamata “Teaching Robotics and Teaching With Robotics-TRTWR”, la serie di workshop internazionali nata dal progetto TERECoP ha fatto tappa, a partire dal 2008, a Venezia, Darmstadt, Riva del Garda, Padova, Atene e Roma. 

Quest’anno il programma della conferenza prevede la presentazione di diciannove lavori su vari aspetti legati alla robotica educativa: dallo sviluppo di nuove tecnologie alle più recenti applicazioni e metodologie didattiche. La conferenza si aprirà con Paulo Blikstein, coordinatore del Transformative Learning Technologies Lab della Columbia University, e Arnan Sipitakiat, coordinatore del Teaching and Learning Innovation Center -TLIC  della Chiang Mai University (Tailandia), e si chiuderà con Gary Stager, uno dei massimi esperti mondiali della didattica della programmazione informatica e della robotica tramite l’approccio learning-by-doing in classe.

La conferenza sarà trasmessa in streaming tramite la piattaforma Zoom, informazioni qui

 

C.B.

24.2.2021