“Virtual Studium 2021”. La ricerca dell’Università di Siena per tutti in un ciclo di appuntamenti di divulgazione scientifica

Parte con tante novità l’edizione 2021 di “Virtual Studium”, il ciclo di appuntamenti dedicati alla ricerca e alla divulgazione scientifica dell’Università di Siena.

Strumenti e piattaforme nuove, temi trasversali e di attualità affrontati con un linguaggio semplice e comprensibile al grande pubblico, con l’obiettivo di far conoscere il lavoro dei ricercatori dell’Ateneo e le tante connessioni e ricadute di argomenti anche complessi sul quotidiano di tutti noi.
Gli incontri in calendario, 12 in totale, programmati nei mesi di maggio, giugno e luglio, si svilupperanno su tre grandi filoni: Dante e le celebrazioni dantesche, le scienze dure, i musei e i temi storico artistici e antropologici.
Per valorizzare il ricercatore e la sua ricerca, la narrazione si articolerà in tre appuntamenti settimanali: alla diretta del venerdì, infatti, si affiancheranno il lunedì e il mercoledì di ogni settimana delle pillole introduttive e dei flash informativi veicolati sui canali social, per creare curiosità e interesse soprattutto nel pubblico dei più giovani.
Importante novità del format di questa edizione l’utilizzo della piattaforma Twitch per il live interattivo del venerdì (https://www.twitch.tv/virtualstudium), con grafiche di alta qualità che consentono una vera e propria immersione digitale nei temi e negli argomenti trattati. Le registrazioni delle dirette saranno poi disponibili sul canale YouTube dell’Università di Siena e tanti contenuti di approfondimento saranno pubblicati sulla pagina instagram @usienacampus.
“In questo periodo di pandemia – dice il rettore Francesco Frati – abbiamo avuto una prova di quanto la ricerca scientifica sia importante per la nostra salute. Nonostante le difficoltà dell’emergenza, la ricerca non si è mai fermata e continua ad essere il motore silenzioso che manda avanti la conoscenza. Virtual Studium è un progetto nato per dare voce ai protagonisti della ricerca e far conoscere le attività di studio e di sperimentazione dell’Università di Siena: tra spunti e punti di vista inconsueti, vuole essere un vero e proprio viaggio attraverso la conoscenza, perfetto per allenare la curiosità e il senso critico”.
Il primo appuntamento è già questa settimana, venerdì 7 maggio, per parlare di pesca sostenibile e ecologia; la realtà virtuale e l’Antropocene saranno i temi dei prossimi appuntamenti, per poi passare a “Il vero San Galgano” e “il Fab Lab”, spaziando dalle energie rinnovabili marine alle applicazioni della robotica per la salute e le fake news.
“Si tratta di un progetto in divenire – spiega il professor Tarcisio Lancioni, delegato alla comunicazione dell’Ateneo – per sperimentare nuove piattaforme e nuovi linguaggi su temi a volte anche molto complessi. L’obiettivo è parlare di scienza e ricerca in una lingua familiare ai pubblici di riferimento: abbiamo scelto una mongolfiera come simbolo di questa edizione, perché anche la ricerca volerà leggera, attraverso il racconto delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università di Siena, grazie ad un fuoco che brucia, la loro passione per la trasmissione della conoscenza”.

Tutte le informazioni e il calendario completo degli appuntamenti sono on line, alla pagina  https://www.unisi.it/unisilife/eventi/virtual-studium-2021 e sulle pagine Instagram e Facebook @unisiena @usienacampus.

 

S.L.

6 maggio 2021