Secondo Transferring Lab del progetto europeo Blue Deal

Si terrà dal 18 al 21 maggio prossimi il secondo Transferring Lab del progetto di ricerca europeo sulle energie rinnovabili dal mare Blue Deal, coordinato dall’Università di Siena con la partecipazione di 12 partner di 6 paesi mediterranei e cofinanziato dal European Regional Development Fund e dal Instrument for the Pre-accession Assistance Fund.

L’evento, che si svolgerà in modalità online, verterà sui possibili scenari per lo sviluppo della Blue Energy in Croazia, paese coordinatore di questo secondo laboratorio dei tre previsti dal progetto europeo, i quali hanno l’obiettivo di sviluppare il coinvolgimento degli stakeholder, la pianificazione partecipativa e l’innovazione, per favorire partnership nell’ambito delle energie marine rinnovabili. I laboratori sfruttano, infatti, metodi e strumenti per coinvolgere attivamente gli stakeholder locali nella pianificazione partecipativa, soprattutto PA e cittadini, e nella sessione di innovazione aperta, in particolare PMI.

Nella giornata introduttiva interverrà il professor Simone Bastianoni, ordinario di Chimica dell’Ambiente e dei Beni culturali, nel ruolo di coordinatore di Blue Deal, parlando del progetto e del ruolo strategico che hanno i Lab, anche in vista della creazione delle Blue Deal Alliances che punteranno ad una concreta integrazione delle Blue Energy nella pianificazione territoriale.

I ricercatori senesi in occasione del workshop presenteranno un intervento dal titolo “Blue Energy Technologies, how do they work?”, in cui mostreranno alcune delle soluzione tecnologiche più promettenti per lo sfruttamento delle Energie Marine Rinnovabili nel Mediterraneo.

Per partecipare all’evento è necessario collegarsi al  link

https://bluedealmed.eu/session/2nd-blue-deal-transferring-lab

 

A.B.

14 maggio 2021